Affrontiamo le difficoltà di studio e i disturbi dell'apprendimento

  • Text Hover
Consulenza per la motivazione allo studio

  • Text Hover
ELLIOT PUÒ FARE MEGLIO!
Abbiamo tutti un talento!
Scoprirlo ci rende più forti.
Dobbiamo aiutare lo studente
a ritrovare il suo posto nel banco.
Non solo a scuola.

E’ sempre possibile riattivare la voglia di studiare e di partecipare alla vita scolastica.

Non è tardi
A Scampia, Napoli, c'è il plesso scolastico Alberto Manzi.
Maestro Alberto Manzi, insegnante dei bambini, pedagogista, scrittore.

Conduttore della trasmissione televisiva Non è mai troppo tardi (1960).

  • Text Hover
  • Text Hover
Maestro Manzi
A cosa serve apprendere?
12 sec.
  • Text Hover
  • Text Hover
Maestro Manzi 
Ultima intervista
“Fa quel che può, quel che non può non fa”.
60 sec.

Lettera ai bambini di quinta elementare - 1976

  • Text Hover
  • Text Hover
"Non si viene a scuola per i voti".
Dante Fossati, professore emerito di scuola media negli anni ‘70.
Comune di Villasanta in provincia di Monza.
Il professor Fossati pensava che se lo studente avesse imparato ad osservare ciò che gli è vicino (gli altri, l'ambiente, il paese dove abita e la sua storia), sarebbe stato più invogliato a conoscere ciò che gli è lontano (la storia e la letteratura dei programmi di scuola).
"Non impariamo per la scuola, ma per la vita".    
(Seneca)

Ricordo di Dante Fossati

  • Text Hover
La mattina, il maestro Fossati chiedeva spesso ai suoi allievi di scuola media se avessero notato qualcosa di curioso o di interessante venendo a scuola. 
Chi alzava la mano ed iniziava a raccontare riceveva un + sul registro. Un nostro compagno alzava sempre la mano. Troppo spesso e se ne vantava. Era un po’ esagerato. 
Dante Fossati, una mattina, lo guarda, gli sorride e scrive un sul registro. Il compagno ci rimane male e si ammutolisce. 
Il maestro lo guarda con tranquillità e dolcemente gli dice: “Non si viene a scuola per i voti“. 
  • Text Hover

L'imperativo alla riuscita scolastica

schiaccia il desiderio di sapere.

La misurazione delle prestazioni, l'eccesso di competizione e l'importanza dei risultati possono inibire l'apprendimento.
Leggiamo, scriviamo, studiamo insieme per ritrovare il desiderio di sapere.

“Il desiderio di sapere del maestro crea, nell’allievo, 
un’eco che porta con sé la messa in opera del 
proprio desiderio di sapere”.
Il bambino e il sapere

“Il desiderio di sapere del maestro crea, nell’allievo, un’eco che porta con sé la messa in opera del proprio desiderio di sapere”.

  • Text Hover
ll desiderio di sapere dell’insegnante 
spinge l’allievo a cercare, ad essere curioso, a studiare.
L’apprendimento può essere favorito od ostacolato dagli affetti 
tra l'insegnante e l'allievo.
Non è puro ragionamento.
Un’indicazione di Françoise Dolto:
"L'insegnante non deve fare dello studente la misura del suo successo".

Non riuscire a scuola, non avere voglia di imparare non sono una malattia o un disturbo.

Tutti gli studenti possono tornare ad apprendere con soddisfazione. Anche quando vi siano disturbi dell'apprendimento, è importante ritrovare la voglia di fare scuola e la motivazione a studiare. Si viene a scuola più per imparare che per competere.

Massive Dynamic has over 10 years of experience in Design. We take pride in delivering Intelligent Designs and Engaging Experiences for clients all over the World.

Inizia il tuo nuovo percorso scolastico. ORA.

Ci siamo per sostenerti. Compila il form e ti ricontatteremo.